Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Commozione ai funerali di Sergio Rovellini

Partecipati i funerali per il cerimoniere Sergio Rovellini, deceduto domenica 8 gennaio, all'età di 66 anni. La cerimonia funebre si è tenuta questo pomeriggio, mercoledì 11 gennaio, in un'affollata chiesa SS.Martiri. 

All'ultimo saluto del "gigante buono" presente l'intero gruppo Cerimonieri del Palio con il neo maestro d'armi Luca Fostinelli e l'ex Davide Fuschetto. Tra i numerosi esponenti del mondo politico e del Palio  il gran maestro Alberto Oldrini, il cavaliere Mino Colombo e rappresentanze della contrada S.Bernardino di cui faceva parte Sergio e dove la moglie Romana Colombo è stata gran dama. Presente anche l'ex sindaco di Legnano, Lorenzo Vitali.

La funzione è stata concelebrata da don Reginaldo e don Simone: «Dobbiamo superare le lacrime e provare gratitudine per quello che Sergio ha rappresentato per noi. Ciascuno di noi deve ringraziarlo per le sue parole e i suoi gesti», un passaggio durante l'omela.

Al termine della cerimonia è intervenuto Lorenzo Turri responsabile della Cooperativa SS.Martiri che ha ricordato Rovellini come un «grande papà, un uomo sincero e schietto. Grande l'aiuto che ci hai dato in particolar modo durante il trasferimento della cooperativa da via XIX Maggio a via Venezia. Da vero gigante ti sei preso sulle spalle un lavoro immane: con la tua squadra di volontari hai reso possibili progetti che sembravano impossibili da realizzare». Turri ha poi proseguito: «Ultimamente, quando il tuo corpo era ormai minato dalla malattia entravi in cooperativa quasi in punta di piedi, quasi come un angelo. Ti siamo riconoscenti per quello che ci hai dato e siamo certi che non farai mancare ai tuoi familiari e amici aiuto e vicinanza». 

Il figlio Daniele, infine, ha voluto ricordare il suo papà spensierato durante le vacanze a Cattolica e allo stadio per seguire la squadre del cuore: il Milan. Poi, commuovendo tutti i presenti ha concluso: «L'anno prossimo sarai, come sempre, al portone del Campo del Palio per fare entrare la tua sfilata. Ti siamo tutti vicino». 

(Gea Somazzi)