Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il PalaBorsani si trasforma in "PalaEuroimmobiliare"

Lavori in corso al PalaBorsani per la sua trasformazione nel "PalaEuroimmobiliare", l'impianto che, dalla prossima stagione cestistica, ospiterà le partite casalinghe di A2 Silver del Legnano Basket.

Il restyling del palazzetto castellanzese dovrebbe concludersi ai primi di settembre, per dare l'opportunità alla squadra biancorossa di testare il campo con qualche amichevole di precampionato.

Il primo appuntamento dei Knights sarà lunedì 18 agosto, alle 16, al PalaParma di Legnano. In questa occasione sarà presentato il nuovo roster con l'ultimo acquisto, Fabio Di Bella, e dopo il messaggio di benvenuto del presidente Tajana, si svolgeranno i primi test atletici dei giocatori, in previsione del primo vero allenamento che si svolgerà martedì 19 con la sessione mattutina e quella pomeridiana.

In mattinata, oggi, a Malpensa, è arrivato John Mercant III, iI primo straniero nella storia del basket legnanese. Il play-guardia di 183 centimetri per 75 chili, classe 1989, laureato al Dowling College,  foto a sinistra con il presidente Tajana, nelle ultime due stagioni ha giocato nelle leghe minori americane, assumendo anche il ruolo di coach di una squadra di giovanissimi.

«Ho provato a trattenere le lacrime - ha scritto Merchant alla partenza da New York sulla sua pagina Facebook - ma non riesco. Se non avete mai lavorato al massimo delle vostre possibilità per raggiungere il vostro obiettivo e finalmente raggiungerlo dopo tanti dubbi e avversità non potrete capire queste lacrime....sto per imbarcarmi su questo volo! Dio ha scommesso su di me più di quanto abbia fatto io. Grazie a tutti per essermi stati vicini, aver creduto in me e avermi spronato. Non serve che faccia i nomi, loro sanno chi sono. Ho apprezzato tutto. Grazie! Ma adesso ho molto lavoro da fare. Grazie anche a te, Legnano! Vi voglio bene, pregate per me».